Campionati Italiani 2015: le tiratrici bissano il titolo in P10

Nicole, Giada e Susanna: le campionesse d'Italia sono ancora loro!

Nicole, Giada e Susanna: le campionesse d’Italia sono ancora loro!

Si sono conclusi i Campionati Italiani 2015 di tiro a segno, disputatisi presso il TSN di Bologna dal 9 al 12 di luglio. Numerosa la partecipazione degli atleti della nostra sezione, e ancora una volta tiratrici e tiratori torinesi ci hanno dato grandi soddisfazioni, portando a casa una medaglia d’oro, due d’argento e tre di bronzo.

Come già l’anno scorso la parte del leone, anzi della leonessa, l’ha fatta la squadra di pistola femminile, che si è aggiudicata il titolo italiano a squadre nella pistola a 10 metri. La squadra, composta dalle tiratrici Susanna Ricci, Nicole Amato e Giada Antonelli, oltre a bissare il titolo già vinto nel 2014, ha saputo aggiungere un’altra medaglia, conquistando il bronzo nella specialità di pistola sportiva. Susanna Ricci ha conquistato anche una medaglia di bronzo nella pistola a 10 metri nel gruppo Super A.

 

I medagliati del weekend: dall'alto a sinistra in senso orario Antonelli, Buttazzo, Aria, Giampapa, Rubiola, Amato, Ricci

I medagliati del weekend: dall’alto a sinistra in senso orario Antonelli, Buttazzo, Aria, Giampapa, Rubiola, Amato, Ricci

Gli uomini non sono però rimasti a guardare: la squadra di pistola  a 10 metri Master ha ottenuto un brillante secondo posto, portando a casa la medaglia d’argento grazie a Giorgio Aria, Ezio Giampapa e Daniele Rubiola.

Al TSN Torino arrivano anche le medaglie individuali di Davide Buttazzo, argento nella pistola automatica gruppo B e di Stefano Caruso, medaglia di bronzo nella pistola grosso calibro Master.

Stefano Caruso, medaglia di bronzo nella PGC Master

Stefano Caruso, medaglia di bronzo nella PGC Master

Ai tiratori medagliati e a tutti coloro che ci hanno rappresentato ai Campionati Italiani vanno le congratulazioni e il ringraziamento da parte di tutta la sezione.

Seguono alcune foto scattate durante le gare (un grazie a Daniele Rubiola che ha cortesemente autorizzato la pubblicazione).